Le ultime navi a vapore

I piroscafi gemelli Concordia (ex 28 ottobre) e Patria (ex Savoia) sono gli unici superstiti dei grandi battelli a ruota che un tempo navigavano lungo il lago. Furono costruiti nel 1926 dai cantieri Odero di Sestri Ponente, Genova, gli stessi che costruirono il Rex e l'Andrea Doria ai tempi d'oro del Made in Italy, e rappresentano un favoloso pezzo di storia del territorio lariano. Nel 1927, il Patria ospitò re Vittorio Emanuele III, mentre durante la guerra i due battelli furono più volte colpiti da aerei anglo-americani; il 27 gennaio 1945 sul Patria vi furono 5 morti e numerosi feriti tra i passeggeri. Nel '43, dopo i noti avvenimenti bellici, il Savoia venne ribattezzato Patria, mentre il nome che ricordava la salita al governo di Mussolini mutò in Concordia. Al giorno d'oggi, navigare a bordo di questi vecchi natanti costituisce il modo migliore per vivere il Lario, in un'atmosfera assolutamente fuori dal comune. Il Concordia è attivo in servizio di linea tutte le domeniche di primavera-estate (vedi: Tour del battello a vapore). Il Patria, dopo un vergognoso periodo di abbandono durato 20 anni, è stato rimesso a nuovo mantenendo le caratteristiche originali ma si trova ancora in gravi difficoltà ed è tutt'ora fermo.

>