Tremezzo

La parte centrale del lago: Tremezzina. Si distinguono l'isola Comacina, la penisola del Lavedo, la riviera di Tremezzo e la punta di Cadenabbia sovrastati dal monte Crocione.
In lontananza, la distesa dell'alto lago.

Castello in stile eclettico, gemello di Villa La Gaeta ad Acquaseria e di Palazzo Cova a Milano, tutti costruiti dagli architetti Coppedè. Foto a destra: scorcio con l'Hotel Lario.

Il Grand Hotel Tremezzo, grandioso albergo in stile Liberty costruito nel 1910; era l'albergo preferito dall'attrice Greta Garbo. Bisogna ricordare che il turismo anglo-americano è molto affezionato al Lago di Como, specie a Tremezzina e a Bellagio; è una tradizione che prosegue dall'Ottocento.

Il Grand Hotel Tremezzo con Villa Carlotta.

Piroscafo davanti a Villa Carlotta.

In navigazione lungo la riviera.

I portici di Tremezzo, con gli storici locali Red and White e El Timon.

A sinistra: dipinti e gelati.

Villa La Quiete, sontuoso palazzo dalle finestre color turchese, voluto dai duchi del Carretto all'inizio del '700.
Vi soggiornò Giuseppe Parini, precettore del giovane Gian Galeazzo Serbelloni.

Il giardino pubblico Meier-Olivelli in gennaio.

La luce di un tramonto invernale nel golfo di Venere.

Immagini campestri col Lavedo...

...e con Bellagio in distanza.

Sui colli di Tremezzo, i borghi di Viano, Rogaro e Volesio sorvegliano tranquillamente
il panorama del centro lago.